Sfatiamo un mito: le donne sono nate per cacciare e non solo | Altro che sesso debole

Svelata finalmente la verità sul sesso debole: ecco perché non si tratta affatto di quello delle donne, come abbiamo sempre creduto.

Si parla tanto di parità di genere e di patriarcato oggi, ma sapevi che le donne nell’antichità svolgevano mansioni che si credeva fossero appannaggio degli uomini? Vediamo di che cosa si tratta e qual è stata la scoperta che sta cambiando la storia.

Sfatiamo mito sulle donne
Mito sulle donne da sfatare (LiberaVeneto.it)

Ci siamo sempre sbagliati sulle donne, una recente ricerca scientifica ha portato alla luce i loro reali poteri e che cosa erano abituate a fare nelle società antiche. Quello che abbiamo letto nei libri di storia è del tutto errato.

Donne, il motivo per cui non sono davvero il sesso debole

Per decenni, attraverso le nozioni divulgate da parte degli scienziati, ha preso piede, e si è con il tempo cementificata, la credenza che nelle società preistoriche ci fosse una rigida divisione del lavoro, in base al genere. Per questa ragione si è diffusa sempre più l’idea che gli uomini preistorici cacciassero mentre le donne invece fossero dedite alla cura dei bambini. Alcune nuove ricerche però hanno portato alla luce una verità completamente diversa, svelando una storia di donne cacciatrici, e mettendo in discussione tutte le prove attorno alle quali era stata costruita l’ipotesi del sesso debole.

Donne e mito
Il mito sul sesso debole (LiberaVeneto.it)

Stando ai risultati di una ricerca intitolata Woman the Hunter, condotta da Sarah Lacy, docente di di antropologia presso l’Università del Delaware, a quanto pare nell’80% delle società che si mantenevano attraverso la caccia e la raccolta a lavorare erano le donne. Le prove fossili hanno svelato che uomini e donne riportavano le stesse ferite da caccia.

Il corpo delle donne pare sia stato da sempre adatto a cacciare grazie ai più elevati livelli di estrogeni, ormoni deputati alla resistenza, capacità imprescindibile per la caccia a lunga distanza. Inoltre, i siti di sepoltura femminili includevano attrezzi da caccia, ma storicamente, quando gli archeologi hanno trovato attrezzi o armi nella tomba di una femmina, hanno pensato che fosse di suo marito, o che fosse un simbolo cerimoniale del suo posto nel clan.

I ricercatori hanno persino scoperto che le donne possono aver rivaleggiato con i maschi quando si trattava di dare la caccia a grandi animali, ma storicamente, gli scienziati hanno respinto le abilità di caccia delle femmine a causa di pregiudizi dei ricercatori. Questa ricerca innovativa, in altre parole, ha evidenziato non solo che quello femminile non è per niente il sesso debole, ma anche mostrato quel ruolo cruciale rivestissero le donne in passato e quanto il loro apporto sia stato fondamentale per lo sviluppo della società.

Impostazioni privacy